Feb
26

Noi Predichiamo Cristo Crocifisso

Home > Meditazioni > Noi Predichiamo Cristo Crocifisso

Noi predichiamo Cristo Crocifisso      1Cor.1:23croce

In questi ultimi tempi sembra che nelle chiese si predica ogni cosa, e involontariamente si trascura il messaggio principale della Bibbia, il messaggio  della Croce di Gesù.

La Croce alla quale Gesù mori al posto nostro, è l’unica fonde di grazia e di forza, per portare ad effetto il nostro insegnamento e le nostre attività .

La Croce di Cristo è stata determinante per il cristiano, perciò necessita un posto centrale.

I Cori. 1:22-23  I Giudei infatti chiedono miracoli e i Greci cercano sapienza, ma noi predichiamo Cristo crocifisso, che per i Giudei è scandalo, e per gli stranieri pazzia.

La croce del Signore non è un oggetto “santo” che nasconde in se una potenza soprannaturale e tante volte viene usata come talismano,

la Bibbia condanna non solo l’uadorazione di questi oggetti ma anche la fabbricazione:

non farti ne immagini ne scultura, Dio e Spirito e i veri adoratori adorano il padre in spirito e verità .

 

Se noi crediamo a questi oggetti, involontariamente noi rifiutiamo la potenza di Cristo per salvarci e proteggerci

Guardate che nessuno faccia di voi sua preda con la filosofia e con vani raggiri secondo la tradizione degli uomini e gli elementi del mondo e non secondo Cristo, perché in lui abita corporalmente tutta la pienezza della Deità .. Col.2:8-9

La Croce ha un messaggio profondo per noi:

I° La croce ci parla dell’uamore immenso di Dio per noi.

Rom.5:8  Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi.

Gesù non è morto per i giusti ma per i peccatori, per i ribelli, per i nemici di Dio, se Gesù fosse morto solo per i suoi amici, allora questa non sarebbe una prova del suo amore.

Dio mostra attraverso la Croce di Gesù che il Suo amore per l’umanità  non ha limiti attraverso quella manifestazione del suo amore sappiamo che Dio dona ai Suoi figli ciò che gli chiedono con fede semplice:

Rom.8:32  Colui che non ha risparmiato il proprio Figlio, ma lo ha dato per noi tutti, non ci donerà  forse anche tutte le cose con lui?

Di fronte al cosi grande amore che Cristo ci ha mostrato, sarebbe una cosa assurda cercare altri mezzi o altre fonti per essere sicuri della vita eterna.

Chi crede nell’amore che Dio ha mostrato sulla croce, scoprirà  l’eccellenza e la perfezione divina di quell’amore che non ha bisogno di altre cose.

II° La croce ci rivela la Giustizia di Dio.

I°Cor.13:6    L’amore, non gode dell’ingiustizia, ma gioisce con la verità .

Dio è perfetto in tutte le Sue caratteristiche!

Quando Egli agisce attraverso il Suo amore, agisce nello stesso tempo secondo la Sua giustizia.

Perciò L’amore di Dio non deve essere inteso come permissività  o compromesso del peccato

Ez.18:20    La persona che pecca è quella che morirà , il figlio non pagherà  per l’iniquità  del padre, e il padre non pagherà  per l’iniquità  del figlio. la giustizia del giusto sarà  sul giusto, l’empietà  dell’empio sarà  sull’empio.

Rom.6:23   perché il salario del peccato è la morte, ma il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù, nostro Signore.

Dio non nasconde i nostri peccati, ma ha mandato il Suo figli ha pagare per i nostri peccati.

Is.53:5   Egli è stato trafitto a causa delle nostre trasgressioni, stroncato a causa delle nostre iniquità, il castigo, per cui abbiamo pace, è caduto su di lui e mediante le sue lividure noi siamo stati guariti.

Noi tutti eravamo smarriti come pecore, ognuno di noi seguiva la propria via, ma il SIGNORE ha fatto ricadere su di lui l’iniquità  di noi tutti.

Gesù ha gustato la morte per ogni peccatore, affinché ognuno ricevesse la possibilità  di essere perdonato e salvato.

C’è un solo salvatore, Gesù Cristo il Giusto, che morì per noi e portò per noi la punizione dei nostri peccati.

Egli ha pagato il prezzo di riscatto per noi tutti, perciò non possiamo aggiungere niente attraverso le nostre penitenze, le nostre sofferenze o le buone opere.

I Giov.2:2 Gesù è il sacrificio propiziatorio per i nostri peccati, e non soltanto per i nostri, ma anche per quelli di tutto il mondo.

 

III° La croce ci rivela la vittoria sul regno del maligno

Col.2:14-15       egli ha cancellato il documento a noi ostile, i cui comandamenti ci condannavano, e l’ha tolto di mezzo, inchiodandolo sulla croce, ha spogliato i principati e le potenze, ne ha fatto un pubblico spettacolo, trionfando su di loro per mezzo della croce.

Mediante la Croce di Cristo noi vinciamo!

Questo vuol dire: non attraverso un crocifisso  appeso al muro o portato al collo, ma attraverso quella croce piantata sul Golgota, dove Gesù versò il Suo sangue prezioso per la remissione dei nostri peccati, noi vinciamo!

IV° La croce ci rivela La liberazione dalla condanna

Attraverso il peccato l’uomo è diventato colpevole e condannato alla morte eterna.

Gesù Cristo morì al posto nostro e perciò grazie a Lui:

Rom.8:1    Non c’è dunque più nessuna condanna per quelli che sono in Cristo Gesù. Chi accuserà  gli eletti di Dio? Dio è colui che li giustifica.  Chi li condannerà ? Cristo Gesù è colui che è morto e, ancor più, è risuscitato, è alla destra di Dio e anche intercede per noi.

L’uofferta della riconciliazione e della pace con Dio è per tutti che accettano Gesù come personale Salvatore.

II Cor.5:20     Noi dunque facciamo da ambasciatori  per  Cristo, come se Dio esortasse per mezzo nostro, vi supplichiamo nel nome di Cristo: siate riconciliati con Dio. Colui che non ha conosciuto peccato, egli lo ha fatto diventare peccato per noi, affinché noi diventassimo giustizia di Dio in lui.

Riflettiamo ogni giorno sull’importanza del sacrificio di Cristo sulla croce e ringraziamolo per la Sua provvidenza perfetta.

Dio ti Benedica!