Feb
27

Vogli lo sguardo a Cristo

Home > Storia degli Inni > Vogli lo sguardo a Cristo

croceVogli lo sguardo a Cristo

(Turn your eyes upon Jesus)

Helen H. Lemmel, figlia di un ministro di culto metodista, emigrò con la famiglia dall’Inghilterra in America all’età di 12 anni. Crescendo studiò musica e divenne insegnante di canto al Moody Bible Institute di Chicago.

La Lemmel raccontò che in un giorno del 1918 ricevette da un’amica missionaria, Lilian Trotter, un opuscolo cristiano intitolato “Messo a fuoco”. Il trattato conteneva queste parole:

Così, volgi il tuo sguardo su di Lui, guarda appieno nel Suo volto e scoprirai che le cose di questa terra acquisteranno una strano, nuova dimensione”.

Quelle parole colpirono così profondamente Helen Lemmel, che non poteva smettere di riportarle alla mente. Ella stessa raccontò l’esperienza che seguì la lettura di quel trattato così:

All’improvviso, come se mi fosse stato ordinato di fermarmi e ascoltare, rimasi immobile, cantando nel mio spirito, senza rendermi conto che stavo componendo le rime del coro, parola dopo parola, e contemporaneamente la melodia, nota dopo nota. I versi delle strofe furono scritti nella stessa settimana, dopo quell’inusuale metodo di composizione, dettato dallo Spirito Santo”.

Così nacque “Volgi lo sguardo a Cristo”, uno degli inni più amati dal mondo evangelico.