Mar
2

A chi stai dando ascolto?

Home > Meditazioni > A chi stai dando ascolto?

14Beato l’uomo che non cammina secondo il consiglio degli empi, che non si ferma nella via dei peccatori, né si siede sul banco degli schernitori, ma il cui diletto è nella legge dell’Eterno, e su quella legge medita giorno e notte. Egli sarà come un albero piantato presso a rivi d’acqua, il quale dà il suo frutto nella sua stagione, e la cui fronda non appassisce, e tutto quello che fa, prospererà .  Non così gli empi, anzi son come pula che il vento porta via.  Perciò gli empi non reggeranno dinanzi al giudizio, né i peccatori nella raunanza dei giusti. Poiché l’Eterno conosce la via dei giusti, ma la via degli empi mena alla rovina. Salmo 1:1-6

Beato, l’uomo che non imita l’empio, ovvero colui che conosce la volontà di Dio  e non la fa, e a volte troppo spesso non permette neanche a gli altri di farla!!

Chi è L’empio?  L’empio per antonomasia è Satana che  con le tentazioni, cercherà di farci inciampare nelle vie del Signore, cercando in ogni modo e con qualsiasi mezzo di farci perdere la salvezza.

Saremo beati se non ci fermeremo nella via dei peccatori, ovvero se non ci conformeremo alle cose che fanno nel mondo, cerchiamo di allontanarci da esse, impugnando lo scudo della fede e non fare compagnia agli schernitori, che sono quelli che amano deridere gli altri, non sono sempre quelli del mondo ma, purtroppo, molte volte, li troviamo anche nelle nostre chiese.

E’ facile individuarli: li troverete sempre attaccati alla loro panca e non sanno muoversi se non quando lo dice il pastore della loro chiesa ed, appena senti da parte dello Spirito che è arrivato il momento di agire per fede, cercheranno di ostacolarti, magari insinuandoti qualche dubbio.

Se non siete nella schiera di queste tre categorie di persone, vuol dire che il vostro diletto, come è scritto nel salmo, è nella legge del Signore, cioè amate leggere e meditare la Sua Parola, questa sana abitudine insieme alla preghiera vi porterà a crescere e fortificarvi nello spirito e contribuirà , giorno dopo giorno, a santificarvi e consacrarvi sempre di più!

Non è un caso che il credente è paragonato ad un albero piantato vicino ad un ruscello. Esso, con le radici ben radicate nel terreno, tenuto umido grazie alla vicinanza dell’acqua, potrà dare dei buoni frutti nella sua stagione, sarà sempre con foglie verdi e rigogliose e non appassirà davanti a lui la prospettiva di una vita vittoriosa.

Imitiamo quest’albero, facciamo che la Parola dimori in noi.                                                                                                                  L’acqua raffigura lo Spirito che affluisce in noi e grazie alla nostra fede potremo dare dei buoni frutti al momento opportuno.

Non sarà cosà  per gli empi: si illudono di conoscere la Parola, ma non ci si salva per la conoscenza. la Parola di Dio deve vivere in noi, deve essere il nostro stile di vita, nel nostro agire, fare e pensare dovremmo sempre chiederci se ci stiamo comportando secondo la volontà del Signore.

Gli empi saranno dispersi al vento come la pula e per loro non ci sarà alcuna scusa e di loro non rimarrà traccia alcuna.

Quando un giorno dovremo comparire davanti al trono bianco, né gli empi né i peccatori potranno reggere davanti alla Santità dell’Eterno, gioite perché il nostro Padre celeste sa che noi siamo giusti, perché abbiamo accettato di essere giustificati con il prezioso sangue del suo unigenito figliolo Gesù Cristo!

Cari amici che leggete, lasciatevi esortare a non stancarvi di perseverare nel mettere in pratica la Parola di Dio.              Se, invece, non avete ancora dato il vostro cuore a Cristo, vi invito a farlo il più presto possibile, indugiare oltre potrebbe essere troppo tardi.  La Bibbia non trova mezze misure, è esplicita: una vita vissuta senza Dio, anche se durasse cent’anni e con tutte le ricchezze che il mondo potrebbe offrirvi, alla fine non ti resterà che piangere in eterno, non ti aspetterà altro che la rovina, la morte eterna…

Approfitta di questa occasione, scegli la vita eterna accettando Gesù Cristo come tuo personale Salvatore: solo se Egli entra a regnare nella tua vita potrai considerarti un salvato ed un giorno gioiremo, tutti insieme, davanti alla Sua presenza.

Dio ti Benedica!!