Dic
17

CONSIDERA GESU’

Home > Rubriche > CONSIDERA GESU’

“CONSIDERATE PERCIÒ COLUI CHE HA SOPPORTATO UNA SIMILE OSTILITÀ” (Ebrei 12:3)

Ricordate il vecchio successo di Elvis Presley: “Don’t you step on my blue suede shoes” (“Non pestare le mie scarpe di camoscio blu”)?
Non andrete tanto lontano nella vita prima che qualcuno farà proprio così, vi pesterà i piedi.
Ma prima di scoraggiarti e gettare la spugna, osserva ancora una volta la vita di Gesù. 
Nonostante Egli fosse perfetto sotto ogni punto di vista, veniva criticato continuamente. I suoi nemici lo chiamarono “mangione e beone” (Matteo 11:19); lo accusarono di essere posseduto da un demone (Giovanni 8:48).

Tuttavia, non permise mai che amarezza e scoraggiamento avessero la meglio. Considerava ogni ostacolo come un’opportunità per dimostrare grazia e grinta. Il suo cuore era stato spezzato da coloro che amava, tuttavia capiva e confortava gli altri. Vedeva la malattia come un’opportunità per guarire i malati; l’odio come un’opportunità per amare i nemici; la tentazione come un’opportunità per superare gli impulsi della carne che noi tutti affrontiamo; le offese come un’opportunità di perdono.
Visse la sua vita trasformando le prove in trionfi; Egli è il nostro esempio. La Bibbia dice: “Considerate perciò colui che ha sopportato una simile ostilità contro la sua persona da parte dei peccatori, affinché non vi stanchiate perdendovi d’animo” (Ebrei 12:3).
Apri la tua Bibbia e rileggi i Suoi insegnamenti. Nel Suo famoso Sermone sul Monte, Gesù disse: “Voi avete udito che fu detto: “Ama il tuo prossimo e odia il tuo nemico”. Ma io vi dico: amate i vostri nemici… affinché siate figli del Padre vostro che è nei cieli… voi dunque siate perfetti, come è perfetto il Padre vostro celeste” (Matteo 5:43-48).

Ecco come visse Gesù ed è così che Egli vuole che tu viva.

Past. A.Ciraldo

L'immagine può contenere: spazio al chiuso